bergomi



E’ stato un week-end dai due volti per i tifosi della Juventus: al bellissimo sabato pomeriggio, chiuso col sorpasso virtuale al Napoli (siamo a -1 ma con una partita in meno) ha fatto seguito una domenica che tutti noi vogliamo dimenticare al più presto. Tenendo ovviamente sempre vivo il ricordo di un gran professionista e una persona perbene, per citare il nostro capitano, come era Davide Astori.

Tutto il calcio italiano deve reagire, subito. E noi cerchiamo di farlo col nostro spirito di sempre: sana ironia, sani sfottò verso gli avversari, sempre nel rispetto delle persone e delle loro opinioni. E allora un mezzo sorriso, in questo grigio lunedì mattina, può regalarcelo il “solito” Beppe Bergomi.

Lo “zio” proprio non riesce a digerire questi anni di strapotere della Juventus, con la sua Inter relegata ormai a ruolo di comparsa. Così non gli resta che “rosicare” e “gufare” ai microfoni di Sky. Sono termini bruttini, lo sappiamo, ma siamo certi che non creeranno malumore al diretto interessato.

Date uno sguardo al video in basso e capirete di cosa parliamo. Eccolo. Bergomi, costretto a commentare la prodezza di Dybala che ha regalato tre punti decisivi ai bianconeri nella lotta al titolo, visto anche il crollo successivo del Napoli contro la Roma. Prima la rosicata, appunto, su tre punti che sembravano semi-impossibili, poi la gran gufata in vista della sfida di Champions League col Tottenham. Godetevelo pure, Beppe Bergomi: un sorriso dopo la tragica giornata di ieri è di certo ben accetto.

SHARE