Brividi e pelle d'oca con un Repice da Oscar: riviviamo l'impresa Juve a tutto volume

Brividi e pelle d’oca con un Repice da Oscar: riviviamo l’impresa Juve a tutto volume

Repice
Repice



Emozioni indescrivibili quelle che tutti i tifosi della Juventus hanno vissuto ieri sera in occasione degli ottavi di finale di Champions League contro il Tottenham, con la squadra di Allegri capace di recuperare una situazione disperata e di portare a casa un successo al quale ormai non credeva più nessuno. O quasi, visto che un grandissimo Francesco Repice insieme ai sostenitori bianconeri più temerari evidentemente non ha mai perso la speranza se si pensa a quanto avvenuto nel video che vogliamo proporvi oggi.

Un vero spettacolo nello spettacolo durante una radiocronaca che siamo destinati a ricordare per anni. Repice, infatti, ad un certo punto pare essersi davvero emozionato al cospetto di una squadra che proprio non ne voleva sapere di abbandonare così presto la Champions League, complice probabilmente il supporto divino che alcuni giocatori in campo avranno sentito grazie a Davide Astori. A lui che va il primo pensiero dopo aver portato a casa una qualificazione così sofferta e ad un certo punto diventata difficilissima.

Rivivere le emozioni contrastanti della partita tra Tottenham e Juventus con la voce di Repice è per cuori forti. Dai cattivi presagi del primo tempo ad un sogno che si è concretizzato nella ripresa nel giro di tre minuti il passo è stato breve, ma con le sue parole siamo certi che in tanti avranno nuovamente i brividi. Ecco perché non potete perdere per nessun motivo al mondo le immagini che abbiamo scelto per voi oggi.

Giunti a questo punto, dopo avervi incuriosito abbastanza, non possiamo non condividere coi nostri lettori il video che ci mostra cosa sia avvenuto durante la radiocronaca del match di Champions League tra Tottenham e Juventus, visto che il racconto da parte di Repice non potrà non emozionare tutti i sostenitori bianconeri e più in generale gli amanti del bel calcio, considerando anche lo stile inconfondibile ed il trasporto emotivo con cui ci fa venire costantemente la pelle d’oca.