chiellini



Hanno condiviso tantissimi ritiri a Coverciano, Giorgio Chiellini e Davide Astori. Il capitano della Fiorentina è stato però vittima di un atroce destino: nessuno può morire a 31 anni, in sonno per un arresto cardiaco, con una splendida compagna e una figlia di due anni da amare intensamente.

La morte di Astori ha scioccato non solo il nostro paese, ma anche gli amanti del calcio di tutto il mondo. E’ per questo motivo che la Uefa ha fatto svolgere un minuto di silenzio su tutti i campi in cui si sono disputate partite di Champions ed Europa League questa settimana. E proprio in Champions era impegnato ieri sera il nostro Chiellini.

Tanto duro in campo quanto tenero e dal grande cuore fuori: di Chiellini abbiamo più volte scritto, elogiandone un’umanità che può essere vantata da pochi nel mondo del calcio. Lo sanno anche all’estero dove apprezzano il difensore rude ma anche la sportività più volte mostrata dal difensore della Nazionale.

Ieri sera, dopo la gran vittoria della Juventus a Londra, contro il Tottenham, Giorgio è stato intervistato da BT Sports 2, una tv inglese, e gli è stato chiesto un ricordo di Davide Astori. Sono stati secondi interminabili per Chiellini, alle prese con un groppo in gola che è quello che di fatto ci stiamo trascinando tutti da domenica scorsa. Una tristezza infinita, emozioni fortissime quelle che abbiamo provato guardando il nostro eroe così scosso.

SHARE