repice juve-milan



Quando si tratta di Francesco Repice c’è davvero da fermarsi e ascoltare le sue radiocronache. Uno dei giornalisti più imparziali presenti in Italia ha dimostrato una volta di più, ieri sera, di andare ben oltre i colori (ha sempre professato il suo tifo per la Roma) e voler solo godersi il bellissimo gioco del calcio.

Juventus-Milan è stata una partita bella, combattuta, grazie anche all’atteggiamento propositivo dei rossoneri che più volte hanno creato pericoli dalle parti di Buffon. Repice ha apprezzato e non poteva non celebrare a suo modo il gol del momentaneo 1-1 di Bonucci: era una sorta di segnale divino, proprio il grande ex che va a segnare allo Stadium in un match decisivo per lo scudetto…

La Juventus, come sempre, ha tenuto duro anche nei momenti più difficili, agevolata anche da un pizzico di fortuna sulla traversa clamorosa di Calhanoglu. Le resurrezioni della squadra di Allegri non si limitano al periodo pasquale e ieri sera ne è stata la prova.

Proprio uno dei punti più criticati nella gestione del tecnico toscano, il gioco, è stato il gran protagonista nel gol del 2-1. L’azione spettacolare rifinita da Dybala e Khedira e chiusa dal colpo di testa di Cuadrado ha avvicinato la Juve al settimo scudetto di fila e mandato in visibilio il nostro Repice. Godetevi la sua radiocronaca, alzate il volume al massimo…

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here