Nedved
Nedved



Sta facendo il giro del web il video che ci mostra cosa sia avvenuto sulle tribune di Benevento poco dopo che alla Juventus è stato assegnato il secondo calcio di rigore nell’anticipo di Serie A contro la compagine sannita. Come purtroppo avviene spesso e volentieri in trasferta, i dirigenti bianconeri sono stati presi di mira dai tifosi di casa, con le solite accuse di favori arbitrali. Premettendo che tutte le moviole hanno evidenziato in modo chiaro la corretta delle decisioni dell’arbitro Pasqua, proviamo a ricostruire quanto avvenuto al Vigorito.

Pochi istanti dopo la concessione del calcio di rigore a conti fatti decisivo, vale a dire quello per fallo evidente su Higuain che è stato rivisto anche al VAR, i dirigenti bianconeri sono stati presi di mira dai tifosi di casa. Gli addetti alla sicurezza dell’impianto campano hanno pertanto deciso di scortarli verso gli spogliatoi della Juventus al fine di non alimentare tensioni. Il problema è che nel frattempo si è alzato il coro “Ladri, ladri, ladri” nei loro confronti, scatenando la reazione di Nedved.

In questo frangente, infatti, è venuta fuori tutta la juventinità della Furia Ceca, dal cui labiale si estrapola una frase nei confronti di un tifoso del Benevento che non lascia spazio ad altre interpretazioni: “Questo non è rigore? Se dici così non capisci un ca***o di calcio!”. Insomma, un grandissimo Nedved che ha risposto per le rime ad alcuni facinorosi, le cui reazioni sono probabilmente figlie anche di alcune uscite vergognose da parte di giornalisti da sempre schierati “a prescindere” contro la Juve.

A questo punto possiamo solo lasciarvi al video che ci mostra i momenti concitati che hanno portato all’abbandono del proprio posto a sedere da parte di Nedved, il quale prima di recarsi verso lo spogliatoio bianconero ha cercato di far capire alcuni concetti ad alcuni tifosi che con il calcio hanno ben poco a che vedere come potrete notare dalle immagini in questione.

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here