Crudeli fa lo spaccone, poi prende 4 pere in 20 minuti: divertentissima rosicata

Crudeli fa lo spaccone, poi prende 4 pere in 20 minuti: divertentissima rosicata

Crudeli
Crudeli



Non dimenticheremo facilmente la finale di Coppa Italia tra Juventus e Milan, come potrete capire anche dal video che abbiamo preso per voi oggi. Al dì là della vittoria in sé per sé e della rivalità che da sempre c’è tra le due squadre più vincenti di sempre in Italia, è impossibile non evidenziare quanto avvenuto su 7 Gold durante la puntata di Diretta Stadio dedicata proprio al match dell’Olimpico. Un quadretto esilarante, in cui a dominare la scena è per forza di cose la profonda depressione calcistica del grande Tiziano Crudeli.

Come sempre avviene in questi casi, si può notare un Crudeli convinto che il Milan possa fare la differenza, nonostante il gap tecnico con la Juventus che si appresta a vincere il settimo scudetto consecutivo. Poi ad un certo punto ha dovuto fare i conti con la triste realtà, quella in cui i rossoneri hanno beccato la bellezza di 4 gol dai bianconeri in appena venti minuti. Insomma, una serie di “schiaffi” che come potrete notare dalle immagini in questione hanno inciso in modo deciso sul suo umore.

Dall’altra parte dello schermo, invece, tutta la felicità juventina con un Oppini scatenato e pronto ad infierire senza alcuna pietà sul suo rivale. Del resto, dopo qualche frecciata giunta negli ultimi anni dallo stesso Crudeli nei confronti della Juventus, è inevitabile che alcune serate prendano questa forma per lui. Ecco perché questo capolavoro è imperdibile per tutti voi.

Passiamo a questo punto alla pratica, godendoci il video relativo allo scorcio di puntata di Diretta Stadio andato in onda su 7 Gold, contrapponendo la gioia irrefrenabile di Oppini alla tristezza incredibile di Crudeli, abituatosi per anni a conquistare tutte le finali in cui era impegnata la sua squadra, prima di dover fare i conti con la forza della Juventus sia quest’anno, sia due anni fa quando il match venne deciso da una zampata di Morata nei tempi supplementari.