La Juve ne fa 6 a Udine: che emozioni con Repice, Pardo ed il telecronista tifoso!

La Juve ne fa 6 a Udine: che emozioni con Repice, Pardo ed il telecronista tifoso!




Una grandissima Juventus quella che abbiamo avuto modo di ammirare questa sera alla Dacia Arena, al punto che anche il telecronista tifoso ad un certo punto si è lasciato andare ad una pazza esultanza. Stupendo anche il racconto di Repice Come si potrà notare dal video che ci apprestiamo a condividere con voi, infatti, i campioni d’Italia si sono ritrovati in una situazione difficilissima e delicata all’inizio del secondo tempo, quando sotto di un uomo i ragazzi di Allegri sono stati raggiunti sul 2-2. In 10 uomini altre squadre forse avrebbero temporeggiato e magari cercato la zampata decisiva nel finale.

Raramente in questi anni abbiamo ascolta uno Zambruno in questo stato, perché il 2-6 arrivato a Udine è di quelli che fa rumore, soprattutto dopo l’espulsione arrivata nel corso del primo tempo con la protesta da parte di Mandzukic mal digerita dall’arbitro. A quel punto la Juventus si è scatenata, con Rugani ma soprattutto con un fantastico Sami Khedira, capace di trovare la tripletta personale proprio nella domenica più importante degli ultimi anni.

Fantastica l’esultanza del telecronista tifosi, anche se tutti sono consapevoli che la rincorsa della Juventus è appena iniziata e che la squadra non dovrà mollare di un centimetro nelle prossime giornate se vorrà continuare a tenere il passo del Napoli. Fondamentale comunque rosicchiare 2 punti alle capoliste e questo evidentemente Zambruno lo sa. A maggior ragione dopo aver giocato per un’ora con un elemento in meno.

A questo punto dobbiamo passare necessariamente ai fatti, godendoci il video estratto da Juventus TV (senza dimenticare Pardo e Repice) con il quale possiamo rivivere le emozioni che i campioni d’Italia ci hanno offerto questa sera alla Dacia Arena realizzando la bellezza di sei gol, quattro dei quali giunti addirittura in inferiorità numerica dopo il cartellino rosso giunto già nel corso del primo tempo con Mandzukic.