Follia dell'arbitro a Valencia: rosso inesistente per Ronaldo. CR7 esce in lacrime - LoStadium.it

Follia dell’arbitro a Valencia: rosso inesistente per Ronaldo. CR7 esce in lacrime




Davvero clamoroso quanto successo al Mestalla nel primo tempo di Valencia-Juventus. Al 30′ del primo tempo succede qualcosa tra Murillo e Ronaldo (non si capisce bene cosa), si forma improvvisamente un parapiglia nei pressi dell’area degli spagnoli, l’arbitro va a parlare con il collaboratore e decide di espellere Cristiano Ronaldo. Il numero 7 bianconero incredulo non riesce a spiegarsi il cartellino rosso nei suoi confronti ed effettivamente nemmeno rivedendo il replay riesce a capirsi il motivo dell’espulsione dell’asso portoghese come tra poco vi mostreremo nel video.




Una decisione assurda e incomprensibile, come potrete notare dalle immagini che abbiamo estratto da Sky per voi, coi giornalisti che anche in presa diretta hanno faticato non poco a giustificare la decisione del direttore di gara. Eppure la Juventus è riuscita a trovare ugualmente due gol ed una vittoria fondamentale. Insomma, una prova di carattere che la dice lunga sulla forza ed il potenziale di un gruppo che vuole davvero vincere la Champions League.

La Juventus inizia nel migliore dei modi il match con il Valencia riuscendo a creare varie azioni da gol molto pericolose in area spagnola. I bianconeri, tuttavia, vengono scossi al trentesimo minuto quando l’arbitro Brych (lo stesso arbitro che in finale a Cardiff diede il cartellino rosso a Cuadrado per aver toccato Sergio Ramos) espelle Cristiano Ronaldo.  Dal replay mandato in onda su Sky emerge che Ronaldo sia stato espulso per aver semplicemente spettinato il giocatore del Valencia Murillo. Ronaldo esce dal campo in lacrime e incredulo per il rosso diretto ricevuto dall’arbitro su segnalazione dell’assistente, anche rivedendo il replay è evidente come l’espulsione sia stata davvero ingiusta. A seguire il video dell’incredibile espulsione di Cristiano Ronaldo al minuto 30 del primo tempo di Valencia-Juventus