Urla ed entusiasmo eccessivo a Milano: Cristiano Ronaldo non crede ai suoi occhi

Urla ed entusiasmo eccessivo a Milano: Cristiano Ronaldo non crede ai suoi occhi

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo



Un affetto smisurato e sconfinato. Questo lo scenario che si sono ritrovati davanti i giocatori della Juventus nel momento in cui sono arrivati a Milano ieri sera, come potrete notare anche dal video che abbiamo scelto per voi questa mattina in attesa del posticipo di Serie A sul campo del Milan. Mai in Italia assistiamo a scene simili con le squadre impegnate in trasferta, ma evidentemente la squadra bianconera rappresenta un caso a parte sotto questo punto di vista, con scene che per certi versi appaiono addirittura eccessive.

Nessuno poteva aspettarsi uno scenario del genere, al punto che gli addetti alla sicurezza sono apparsi spiazzati al momento dell’arrivo del pullman presso la struttura alberghiera che in queste ore sta ospitando la Juventus nel capoluogo lombardo. Un altro segnale emblematico di quanto avvenuto ce lo regala proprio Cristiano Ronaldo, il quale è apparso visibilmente sorpreso dalle urla e dalla gioia di tanti tifosi che finalmente hanno avuto la possibilità di vederlo dal vivo.

E pensare che Cristiano Ronaldo durante la sua lunga carriera ne ha viste di ogni tipo, ma quanto avvenuto a Milano la dice lunga sull’amore che tanti tifosi della Juventus provano nei confronti di questa squadra, nonostante la forte delusione che è stata provocata dalla sconfitta inattesa in Champions League contro il Manchester United. Insomma, oltre il risultato, possiamo ammirare anche sui volti dei protagonisti scene del tutto anomale in Italia.

Tra urla ed un entusiasmo fortissimo, infatti, i giocatori della Juventus hanno faticato non poco nell’accedere all’albergo, soprattutto Cristiano Ronaldo che ha fatto letteralmente impazzire tutti coloro che sono accorsi sul posto. Ecco dunque il video che ci mostra esattamente come siano andate le cose ieri sera a Milano, quando la Juventus è arrivata in hotel e soprattutto quando tantissimi tifosi hanno fatto percepire la propria vicinanza alla squadra.