Per non dimenticare, Caressa e l'acquisto di Cancelo: "Soldi buttati, meglio Lazzari!"

Per non dimenticare, Caressa e l’acquisto di Cancelo: “Soldi buttati, meglio Lazzari!”

cancelo caressa



Non poteva che rifare il giro dei social network un video ormai mitico, risalente ad inizio stagione, quando su Sky il direttore Caressa – ormai famosissimo per previsioni di questo tipo – bollò come un mezzo pacco l’acquisto di Joao Cancelo da parte della Juventus. Ebbene, dopo la vittoria di domenica sera contro la Lazio, decisa proprio dall’ingresso in campo del terzino portoghese (autore di un gol e abile a procurarsi il rigore del 2-1 trasformato poi da Ronaldo), è obbligatorio riproporvi un filmato che fa davvero sorridere.

Caressa criticava in particolare la somma spesa per Cancelo, trenta milioni di euro, che pure aveva mostrato ottime cose già all’Inter. I nerazzurri avrebbero voluto riscattarlo, ma il fair play finanziario impedì l’operazione ad Ausilio e soci. Furono lesti Marotta e Paratici ad accaparrarsi un talento che poi ha dimostrato sul campo di valere la palma di miglior acquisto stagionale (eccezion fatta per CR7, ovviamente).

Nel video che troverete in basso, Caressa se la prende addirittura col compagno di merende, lo zio Bergomi, che gli faceva educatamente notare il valore del giocatore. Con una delle sue “sparate” che l’hanno ormai reso famosissimo tra tutti i tifosi, Caressa sentenziava: “Con quei soldi prendevi Lazzari dalla Spal che è lo stesso o addirittura meglio”.

Una profezia nefasta, senza nulla togliere al buon Lazzari che sta salendo pian piano di livello e chissà che non possa un giorno vestire la maglia di un grande club. Ma il valore di Cancelo oggi è indiscutibile: ormai le imperfezioni difensive non si notano nemmeno più, mentre la spinta e la qualità in attacco sono sempre le stesse. Insomma, un laterale completo, probabilmente tra i primi 3-4 al mondo e che la Juventus a volte può anche schierare dalla panchina. Questo la dice lunga sulla forza dell’organico a disposizione di Allegri, mai come quest’anno davvero in pole position per portare a casa la tanto agognata Champions League.