Pjanic, serata sulle montagne russe in nazionale: gol fantastico e rosso per un fallaccio

Pjanic, serata sulle montagne russe in nazionale: gol fantastico e rosso per un fallaccio

pjanic rosso bosnia



Non è stata decisamente una serata tranquilla quella che ha vissuto Miralem Pjanic in nazionale, con la sua Bosnia. Il centrocampista della Juventus si è reso protagonista prima di un bellissimo gol su punizione poi di un fallaccio a metà campo che gli è costato il rosso diretto. Ma andiamo con ordine.

Bosnia e Grecia si affrontavano in una sfida già importante per la qualificazione, considerato che le due nazionali si giocano con l’Italia i primi due posti del Gruppo I per le qualificazioni a Euro 2020. I padroni di casa hanno cominciato alla grandissima: al 10′, Visca ha siglato il gol dell’1-0. L’inizio shock degli ellenici è proseguito, visto il gol realizzato proprio da Pjanic al quarto d’ora.

Il regista bosniaco, che già aveva segnato su punizione contro la Grecia in una sfida di qualificazioni mondiali, ha freddato il portiere ospite con una punizione stupenda: nonostante la distanza proibitiva, Pjanic ha calciato “alla Pirlo” o per meglio dire alla Juninho Pernambucano: insomma, ha colpito di leggero esterno, dando al pallone una traiettoria imprevedibile che l’ha portato direttamente in fondo al sacco.

Nonostante il 2-0, però, la Bosnia si è fatta raggiungere nella ripresa. La svolta è avvenuta tra il 65′ e il 67′: Fortounis ha accorciato il punteggio su rigore, prima del fattaccio che ha visto coinvolto proprio Pjanic: il regista bianconero si è reso protagonista di un’entrataccia a centrocampo che gli è costato (oseremmo dire giustamente) il rosso diretto. Inutile sottolineare che la superiorità numerica ha galvanizzato la Grecia che ha agguantato il pareggio con Kolovos, a sei dalla fine.

Insomma, è sembrato di essere sulle montagne russe per il c.t. della Bosnia Robert Prosinecki, che potrebbe aver avuto l’impressione di aver giocato alla roulette in un casino in Croazia, suo paese natale. Due punti persi che potrebbero pesare non poco alla fine del girone, considerato anche che a giugno la Bosnia affronterà due impegni in trasferta consecutivi.

Il primo sarà in Finlandia, l’8 giugno, e nell’occasione Pjanic sarà di certo assente per squalifica. Sarà da valutare la sanzione della Uefa che potrebbe anche riservargli due turni di stop: in questo caso, il fuoriclasse bianconero salterebbe anche la sfida all’Allianz Stadium proprio contro l’Italia. Inutile dire che per i ragazzi di Mancini sarebbe un’ottima notizia.

Insomma, Pjanic non attraversa un momento brillante dal punto di vista disciplinare (da ricordare anche il rosso a Napoli) ma di certo ha il piede caldo. Una buonissima notizia per Allegri che avrà bisogno di tutte le armi a sua disposizione prima di tutto nelle prossime partite di campionato (già in passato sono stati sottovalutati alcuni impegni con distrazioni nel finale) e poi nella doppia sfida con l’Ajax nei quarti di finale di Champions League. Soprattutto se Cristiano Ronaldo non dovesse recuperare in tempo dall’infortunio muscolare patito lunedì sera, nella partita del suo Portogallo contro la Serbia.

Intanto in basso troverete i video delle giocate di Miralem Pjanic di ieri sera durante Bosnia-Grecia. Croce e delizia: prima la punizione perfetta, poi il fallo che gli è costato l’espulsione diretta.