Pirlo, che elogi a Dragusin! Ma quei supplementari non gli vanno giù... - LoStadium.it

Pirlo, che elogi a Dragusin! Ma quei supplementari non gli vanno giù…

Pirlo
Pirlo

La Juventus è ai quarti di finale di Coppa Italia: i bianconeri hanno battuto 3-2 il Genoa, allo Stadium, dopo i tempi supplementari. Tanta sofferenza per gli uomini di Pirlo che, comunque, ha messo in campo una formazione decisamente sperimentale. Insomma, c’è poco da fare gli schizzinosi: non era semplice contro un Genoa in netta ripresa ed era importante portare a casa la qualificazione ai quarti.

Pirlo ha parlato del match ai microfoni di Rai Sport: “E’ un vero peccato non aver potuto gestire meglio le nostre forze, avevamo in mano la partita ma ci siamo complicati la vita da soli. E’ bastata una disattenzione poi da lì in poi abbiamo faticato. Anche l’Inter ha disputato i supplementari? Sono partite secche, possono sorgere dei problemi. Ripeto, c’è rammarico per non aver gestito le forze ma avremo tempo per recuperare in vista di domenica”.

Da studio gli chiedono di presunte difficoltà che la Juve avrebbe con le piccole: “Non credo che oggi abbiamo fatto fatica, c’è da considerare che in campo avevamo molti ragazzi. Qualche disattenzione può starci. Il motivo del ritardo in campionato? In alcune occasioni non abbiamo saputo gestire determinati momenti delle partite e sono arrivati alcuni passi falsi. Ma stiamo migliorando sotto quest’aspetto, ci lavoriamo”.

Pirlo non si è sbilanciato sugli infortuni (“Speriamo recuperino, vediamo nei prossimi giorni”), ed ha parlato di due singoli, Kulusevski e Dragusin: “Dejan aveva solo un campionato di Serie A alle spalle prima di approdare alla Juventus. Sta disputando un gran campionato ma gli alti e bassi sono normali. Deve migliorare in continuità e cattiveria sotto porta, oltre alla gestione di tutti i palloni che gioca. Dragusin? Aveva già esordito in Champions, si allena con noi da tempo. Ha ampi margini di miglioramento e di certo è un prospetto molto interessante”.