L'inter non paga la prima rata di Hakimi: il Real Madrid chiede indietro il giocatore - LoStadium.it

L’inter non paga la prima rata di Hakimi: il Real Madrid chiede indietro il giocatore

In base a quanto riportato dal Corriere dello Sport, sale la tensione tra Inter e Real Madrid per Hakimi, acquistato l’anno scorso dai nerazzurri per 40 milioni di euro. La società del presidente Zhang non ha pagato la prima rata di 10 milioni, scaduta lo scorso dicembre.

Marotta avrebbe chiesto uno slittamento del pagamento al 30 marzo, ma il club spagnolo di Florentino Perez pretende garanzie, altrimenti il giocatore dovrà tornare a Madrid.

Altre grane, dunque, in casa Inter che confermerebbero le voci che vedono il club nerazzurro in difficoltà finanziarie.

Come detto, il Real Madrid chiede garanzie economiche all’Inter, ma il club nerazzurro pare non in grado di poterle offrire.

Rumors parlano di un Florentino Perez furioso. Il Real è consapevole del rischio di poter perdere il proprio denaro e, considerate le voci relative ad una crisi finanziaria del club di Zhang, vorrebbe delle solide garanzie dal club nerazzurro sull’adempimento delle rate.

La vicenda potrebbe avere ripercussioni anche in ambito Uefa. Il regolamento Uefa, infatti, prevede che le licenze per partecipare alle coppe europee abbiano tra i requisiti l’assenza, alla data del 31 marzo, di “debiti scaduti nei confronti di altre società di calcio, derivanti da trasferimenti di calciatori, intervenuti fino al 31 dicembre precedente”. Dunque, l’Inter ha circa 60 giorni di tempo per potere risolvere la questione senza avere ripercussioni a livello di regolamento Uefa.

Continua la crisi fuori dal campo da parte del club nerazzuro che deve trovare al più presto una soluzione per risolvere il caso Hakimi e il problema relativo al pagamento degli stipendi dei calciatori. Il club di Zhang deve necessariamente risolvere la questione entro il 31 marzo e offrire garanzie al Real Madrid sul regolare pagamento di Hakimi.