Sarri ancora si chiede perchè la Juve lo abbia chiamato: lo confessa l'amico - LoStadium.it

Sarri ancora si chiede perchè la Juve lo abbia chiamato: lo confessa l’amico

Nario Cardini amico di Sarri ha svelato il dubbio che attanaglia l’ex allenatore bianconero. A suo dire Sarri proprio non si spiega perchè la Juve lo abbia chiamato per poi esonerarlo dopo solo un anno e uno Scudetto vinto.

Detto così suona strano ma la situazione con la squadra probabilmente era degenerata. Forse i giocatori non erano adatti al suo gioco, fatto sta che era stato chiamato per vincere la Champions e portare il bel gioco ma nessuno dei due si è visto. Ha sostituito il vincente Allegri che ha pagato care le due finali di Champions perse: altrimenti, chissà, sarebbe potuta essere un’altra storia.

E oggi alla Juve, Sarri costa 7 milioni di euro l’anno e se non troverà panchina la music sarà uguale anche per il prossimo anno.

Le parole su Sarri:

Sarri in questo momento guarda molto al progetto che gli viene sottoposto. È rimasto molto scottato dall’esperienza Juve perché gli hanno messo in mano una rosa che giocava insieme da anni e si è trovato in difficoltà a fargli cambiare idea di gioco. Ho parlato con lui 20 giorni fa, si sta chiedendo ancora perché la Juve l’avesse chiamato, forse non tutti i calciatori non erano convinti del suo progetto tattico. La società forse non l’ha sostenuto perché se chiami Sarri sai che idea di gioco ha. La rosa del Napoli è abbastanza adatta per Sarri che predilige nomi non affermati ma che abbiano fame, sacrificio e voglia di affermarsi. Sarri al Chelsea ha trovato lo stesso ambiente di Torino anche se in misura minore, ma nonostante le difficoltà ha vinto l’Europa League a Londra e lo scudetto alla Juve. Ritorno Napoli? Mi ha detto che ha avuto contatti con squadre italiane ed estere, non so se ci sono gli azzurri, ma ha ritenuto i progetti poco convincenti».