Niente Pjanic e niente colpo last-minute: il mercato della Juve finisce qui - LoStadium.it

Niente Pjanic e niente colpo last-minute: il mercato della Juve finisce qui

Non passerà alla storia come la sessione di mercato più spumeggiante della Juventus. Cherubini e la dirigenza bianconera hanno dovuto fare i conti con una situazione non semplice dal punto di vista finanziaria, finendo per fare di necessità virtù. Tradotto: Allegri non è stato accontentato in pieno ma ha ricevuto almeno un regista dei due che chiedeva e dovrà necessariamente continuare con l’esperimento di Ramsey play.

Restando al tema centrocampista, l’ultima doccia fredda è arrivata nel primo pomeriggio, a poche ore dalla chiusura del mercato. La posizione di Pjanic, che via social aveva confermato di voler tornare a Torino, non è bastata alla Juve per chiudere in fretta e furia l’affare col Barcellona. Alle 12, stando a quanto scrive la ‘Gazzetta dello Sport’, l’ultimo incontro tra i due club non ha avuto buon esito e il mercato bianconero si è chiuso in quel momento.

Cherubini ha ribadito la volontà di voler prendere Pjanic ma solo a condizione che i catalani pagassero parte dell’ingaggio annuale (8.5 milioni di euro netti) che ancora spetta al giocatore. Il Barcellona è rimasto sulle sue posizioni, cede il bosniaco a zero solo a chi è disposto ad accollarsi l’intera somma (il Siviglia?).

A centrocampo è arrivato così il solo Locatelli, in attacco Kaio Jorge e Kean sostituiscono, almeno numericamente, Ronaldo. Nulla più, con le conferme delle cessioni in prestito dei vari Dragusin (Samp), Ihattaren (prelevato ieri dal PSV e subito girato in prestito ancora ai blucerchiati), Fagioli (Cremonese) e Ranocchia (Vicenza). No, non è stato un mercato indimenticabile.