Dybala vuol sentire nuove offerte: la strategia di Arrivabene può costare cara - LoStadium.it

Dybala vuol sentire nuove offerte: la strategia di Arrivabene può costare cara

Si è consumata ieri l’ennesima frattura tra la dirigenza bianconera e Paulo Dybala. Il Dirigente bianconero interpellato sul futuro dell’argentino ha dichiarato “che al momento non si confronta con nessuno” e ha aggiunto che da chi veste la maglia della Juve vuole “cattiveria, grinta e sudore”.

Una linea che preannuncia un’offerta di rinnovo al ribasso rispetto ai 10 milioni l’anno pattuiti negli scorsi mesi.

Una proposta che Dybala ha deciso di rispedire al mittente. L’argentino ha aperto a nuove offerte e probabilmente le possibilità di arrivare a tali cifre per lui ci saranno.

La Juve potrebbe incorrere nell’ennesimo autogol. Era già successo con Ronaldo. Per sostituirlo dovette spendere 40 milioni per ritrovarsi Kean che resta in panchina.

Un falso risparmio che si tramuterebbe in una perdita di 100 milioni di euro in caso di mancata qualificazione in Champions.

Dybala è un parametro zero e con 40 milioni lo tieni a casa per 4 anni. Ma con la stessa cifra Cherubini riuscirebbe a portare alla Juve un altro numero 10?

Bisogna capire se la Juve pensa di ribassare lo stipendio di Dybala avendo quantomeno un piano B valido.

Ma un numero 10 da Juve si trova a che prezzo? O la Juve a cui mancano terzini, punta e regista preferisce giocare anche senza un 10 all’altezza?