Poche alternative fattibili per il mercato della Juve a gennaio: chi resta in lizza

Poche alternative fattibili per il mercato della Juve a gennaio: chi resta in lizza

Juve
Juve

Il mercato bianconero inizia ad entrare nella fase 2, il ds Cherubini sta lavorando per poter garantire ad Allegri l’attaccante giusto per affrontare questa complicatissima seconda parte di stagione. Pur avendo perso il primo trofeo stagionale, la Juve deve continuare a macinare punti in campionato e poi c’è la Champions League da onorare. Gli impegni di certo non mancano e nonostante questi anni di transizione si può ancora sperare di vincere qualcosa.

Dopo però l’infortunio grave capitato a Chiesa, pedina fondamentale per lo scacchiere di Allegri, c’è assoluta necessità numerica di trovare un altro attaccante che possa aiutare la squadra almeno fino a giugno. L’idea della dirigenza della Juventus è trovare la giusta offerta last minute, non spendendo cifre astronomiche e trovando un accordo fino a giugno.

Il punto è che la Juventus in estate vorrà arrivare a Vlahovic, è lui l’attaccante più desiderato, ma potrà esserci una totale rivoluzione in questo reparto puntando anche su Scamacca. Sono nomi che per ora a gennaio non possono di certo arrivare, per questo bisogna risparmiare sull’attaccante di gennaio e non avere troppi vincoli.

Tutto deve essere fatto in funzione di poter spendere qualcosa in più durante il mercato estivo ed arrivare ai reali obiettivi di mercato della società bianconera. Cherubini deve quindi trovare una pedina in attacco che sia utile al gioco di Allegri fino a giugno, tenendo presente le questioni tattiche, economiche e contrattuali. I nomi più fattibili restano quelli di Aubameyang, in rottura con l’Arsenal e Martial.

Già risulta essere più complicato arrivare ad Icardi, che non solo non potrebbe arrivare in prestito, ma pretenderebbe anche un contratto più cospicuo. Si punta quindi su seconde scelte che siano utili semplicemente per arginare l’emergenza in attacco per questa seconda parte di stagione. Nemmeno il nome di Azmoun dello Zenit risulta essere molto fattibile, anche qui la società russa non lo lascerà partire in prestito.