Traghettatore (Montero?) fino al termine della stagione, poi Gasperini: questo è il piano se salta Allegri? - LoStadium.it

Traghettatore (Montero?) fino al termine della stagione, poi Gasperini: questo è il piano se salta Allegri?

Gasperini

7 milioni di euro netti a stagione fino al 2025, l’amicizia con Andrea Agnelli: questi due punti, oggi, tengono ancorato Max Allegri alla panchina della Juventus nonostante i pessimi risultati della sua gestione. La situazione finanziaria del club non consente voli pindarici, in caso di esonero immediato del tecnico livornese, i bianconeri non potranno permettersi un nome di primissima fascia, come peraltro fatto intendere chiaramente da Arrivabene nella sua celeberrima uscita pubblica della scorsa settimana.

Ma l’ipotesi esonero resta concreta e domani potrebbe essere una giornata decisiva in questo senso: è in programma il CDA per approvare il bilancio relativo all’ultimo esercizio, verrà toccata anche la questione Allegri. Se Nedved dovesse spuntarla, e quindi con Allegri out, quale sarà il futuro della Juve?

Come detto, complicato pensare ad un altro allenatore a libro paga, ecco perché prende corpo l’ipotesi Montero. La soluzione interna verrebbe vissuta anche come una sorta di traghettatore: Montero ha fatto vedere buone cose alla Primavera, non comporterà spese ulteriori e avrà nel corso della stagione tutta la rosa al completo per conquistarsi eventualmente la conferma anche per la stagione successiva. E, particolare non da poco, l’uruguaiano calmerebbe l’ambiente in fibrillazione e, soprattutto, è ben visto da tutta la tifoseria juventina.

Dovesse andar male Montero, la Juve farebbe poi all-in su Gian Piero Gasperini: la sensazione diffusa è che il classe ’58 sia ai titoli di coda con l’Atalanta, di lui si è parlato tanto in ottica Juve negli scorsi anni ma forse questa è davvero la volta buona. Sarà lui il vero simbolo della rivoluzione della Juventus che in tanti si aspettano?