Dai giocatori in prestito può arrivare un tesoretto per la Juve. Il punto della situazione - LoStadium.it

Dai giocatori in prestito può arrivare un tesoretto per la Juve. Il punto della situazione

In casa Juve sono già iniziate le valutazioni su chi resta e su chi andrà via, considerato che l’esclusione dalla prossima Champions League comporta un contenimento dei costi a bilancio che passa anche dagli addii dei giocatori in esubero. L’obiettivo della dirigenza è quello di rimodellare una rosa ampia a causa dei rientri di diversi giocatori dai rispettivi prestiti.

Giovanni Manna ha il compito di consegnare ad Allegri una squadra competitiva in grado di lottare per lo scudetto. Occorre, dunque, capire quale giocatore tornerà a Torino dopo il prestito e chi andrà via e proprio dalle cessioni può essere ricavato un bel tesoretto.

Per quanto riguarda McKennie, il giocatore tornerà a Torino in quanto è decaduto l’obbligo di riscatto da parte del Leeds. La Juventus, però, è intenzionato a venderlo in Premier o in Bundesliga con un prezzo fissato a 30 milioni.

Altro rientro a Torino è quello di Arthur. Il centrocampista brasiliano ha attraversato una stagione complicata a Liverpool giocando pochissimi minuti con la squadra di Klopp. Anche Arthur però è destinato a lasciare nuovamente la Juve e una sua possibile destinazione potrebbe essere la Turchia con il Galatasaray che è interessato al doppio colpo Arthur-Alex Sandro.

Anche Zakaria non ha disputato una buona stagione al Chelsea. Lo svizzero tornerà a Torino, ma sarà anche lui ceduto molto probabilmente in Bundesliga per una cifra sui 20 milioni di euro.

Per quanto riguarda Kulusevski, la mancata qualificazione alla prossima Champions League del Tottenham ha fatto venir meno l’obbligatorietà del riscatto del giocatore. Gli Spurs hanno però sempre la facoltà di acquistarlo per 35 milioni e la trattativa tra i due club è in corso. In caso contrario non è da escludere una sua permanenza a Torino.