Giuntoli conferma la possibile cessione di Vlahovic o Chiesa: "Obiettivo sostenibilità, serve sistemare i conti" - LoStadium.it

Giuntoli conferma la possibile cessione di Vlahovic o Chiesa: “Obiettivo sostenibilità, serve sistemare i conti”

Giuntoli
Giuntoli

Nel suo debutto ufficiale come direttore sportivo della Juventus in conferenza stampa, Cristiano Giuntoli ha aperto alla possibilità di vendere due pezzi pregiati nella rosa bianconera, Federico Chiesa e Dusan Vlahovic, nel tentativo di equilibrare i conti del club. Giuntoli ha dichiarato che, se dovessero arrivare delle “offerte irrinunciabili”, la Juventus potrebbe essere costretta a vendere.

Durante la conferenza stampa, Giuntoli ha parlato di molti temi, tra cui la sostenibilità futura del club. “Il club mi ha chiesto sostenibilità per il futuro, bisogna avere pazienza da parte di un po’ tutto l’ambiente anche se capisco che si voglia tutto subito,” ha affermato.

Nel tentativo di riportare la Juventus alla competitività sia in Italia che in Europa, Giuntoli ha riconosciuto che ci potrebbe essere una necessità di fare dei sacrifici a breve termine. “Tecnicamente sono incedibili ma non è un mistero che dobbiamo sistemare i conti,” ha detto, riferendosi a Chiesa e Vlahovic.

Sul fronte del mercato delle trattative, il nuovo direttore sportivo non ha rivelato dettagli sulla possibile acquisizione di Romelu Lukaku. “Stiamo valutando diversi nomi, non possiamo adesso pensare alle reazioni dei tifosi su qualcosa che non c’è,” ha commentato.

Giuntoli ha anche fatto il punto sulla situazione di Weston McKennie, Denis Zakaria, Arthur Melo e Leonardo Bonucci. Ha affermato che McKennie non è fuori dal progetto del club, mentre per Zakaria, Arthur e Bonucci sono in corso trattative con vari club. Inoltre, Giuntoli ha rivelato che per ora le opzioni proposte a Bonucci non hanno trovato il suo gradimento.

In conclusione, Giuntoli ha affermato che il club dovrà “sfoltire” la rosa dei giocatori prima di poter pensare a dei rinforzi in difesa. Queste dichiarazioni sembrano indicare un periodo di transizione per la Juventus, con possibili partenze di giocatori importanti e un chiaro obiettivo di sostenibilità finanziaria, ma il d.s. ha voluto comunque sottolineare: “Obiettivi? Non ci poniamo limiti, va dato sempre un occhio alla storia della Juventus e vogliamo tornare ad essere competitivi in Italia e in Europa”.