Lautaro Martinez ed il coro diretto alla Juventus: c'è la spiegazione di DAZN

Lautaro Martinez ed il coro diretto alla Juventus: c’è la spiegazione di DAZN

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Dopo la sconfitta della Juventus contro l’Inter a San Siro, ci sono stati i festeggiamenti da parte dei calciatori nerazzurri che si sono scatenati insieme alla loro curva. Cori che tutti i calciatori hanno intonato festeggiando un risultato importante ai fini della classifica, ma non decisivo. Come però riportato dalle telecamere di DAZN, durante la consueta passerella dei calciatori dell’Inter sotto la curva nord, si è notato un particolare coro di Lautaro Martinez.

Nel momento in cui tutti stavano intonando il classico sfottò “chi non salta bianconero è”, ecco che il capitano dell’Inter cambia le parole. Tutti saltano e cantano questa frase, ma Lautaro Martinez no, decide invece di cambiare colori e canta “chi non salta rossonero è”. Episodio alquanto particolare che le telecamere di DAZN sono riuscite a filmare, ma al quale non sembra esserci una spiegazione chiara.

Perché Lautaro non ha cantato lo sfottò nei confronti della Juventus? Il capitano dell’Inter ha completamente snobbato i bianconeri, forse una provocazione dettata dalle tante frecciatine mandate da Allegri prima del big match, questo non è dato saperlo. Ha preferito invece prendere in giro i cugini, memore di quella ferita ancora aperta per lo scudetto perso due anni fa proprio a favore del Milan. Forse Lautaro Martinez ha semplicemente esorcizzato la paura che possa verificarsi la stessa cosa.

L’argentino è molto scaramantico, anche due anni fa l’Inter aveva quattro punti di vantaggio sul Milan, poi sappiamo come sia andata a finire. Si tratta di un gesto che può essere interpretato in vari modi, sta di fatto che è davvero strano pensare ad un’altra squadra quando invece è stata sconfitta la rivale per eccellenza per lo scudetto. Evidentemente Lautaro Martinez teme ancora i rossoneri, che comunque non possono essere definitivamente considerati fuori dalla lotta scudetto.